Non sei ancora registrato?
Registrati ora

Chi siamo

Confindustria Romagna nasce dall’unione delle associazioni industriali di Ravenna, Rimini e Forlì-Cesena, in rappresentanza di oltre mille imprese romagnole, che danno lavoro a 50 mila dipendenti producendo un fatturato aggregato di 25 miliardi di euro.
Il progetto, avviato nell’ottobre 2014 dalle assemblee delle tre territoriali romagnole di Confindustria, aveva trovato un’importante tappa intermedia con la nascita di Confindustria Romagna attraverso la fusione tra Rimini e Ravenna nell’ottobre 2016, per poi completarsi con l’ingresso di Forlì-Cesena dal 1° gennaio 2020.

Confindustria Romagna

E’ una componente del Sistema Confindustria: il valore base che ne ispira l'azione è la convinzione che la libera impresa ed il libero esercizio dell'attività economica, in un contesto di economia di mercato, siano fattori di sviluppo e di progresso per l'intera società.
Confindustria si propone di contribuire alla crescita non solo economica, ma anche civile e sociale del Paese; a questo fine rappresenta le esigenze e le proposte del sistema economico italiano nei confronti delle Istituzioni politiche ed amministrative, delle organizzazioni sindacali e delle altre forze sociali.


Il Sistema confederale ha tra i propri valori fondanti autonomia ed indipendenza, garantite tra l'altro da regole di incompatibilità tra cariche associative ed incarichi politici ed amministrativi.
L'Associazione Industriali appartiene agli imprenditori, che partecipano all'attività associativa attraverso gli organismi direttivi, commissioni operative e gruppi di lavoro specifici.


E' un'Associazione per tutte le imprese, perché i problemi che oggi le imprese si trovano ad affrontare in materia sindacale, fiscale, ambientale, commerciale o finanziaria sono in gran parte gli stessi indipendentemente dal settore d'appartenenza e dalla dimensione aziendale.

La dimensione ridotta amplifica però la necessità di supporto: difficilmente infatti le piccole imprese possono avere al proprio interno tutte le competenze indispensabili a garantirsi lo standard di qualità che le sfide sempre più complesse della competizione globale richiedono; solo nell'ambito di un'organizzazione rappresentativa ed autorevole, inoltre, trovano la forza per far valere in ogni sede e ad ogni livello i propri legittimi interessi.


Gli scopi dell'Associazione sono precisati nello Statuto e possono essere schematicamente ricondotti a due filoni principali:

  • Rapporto con le Pubbliche Amministrazioni e le rappresentanze economiche, politiche, sindacali e sociali, per la definizione delle linee di sviluppo dell'economia provinciale, in particolare partecipando alla discussione sulle infrastrutture e sull'assetto del territorio.
  • Affiancamento ed assistenza a trecentosessanta gradi nei confronti delle imprese per favorirne lo sviluppo ed il processo di continuo miglioramento: internazionalizzazione, ricerca, controllo di gestione, certificazione di qualità, digitalizzazione, sono alcuni dei terreni su cui l'Associazione accompagna le imprese affinché rafforzino la propria competitività.
Il Sistema Confindustria Romagna