I prossimi appuntamenti

Confindustria Scadenze Aziende Servizi
Non sei ancora registrato?
Registrati ora

100 giornate per le imprese manifatturiere italiane: firmato l’accordo tra Siemens e Confindustria

"Smart Factory Siemens – 100 Giornate per le Imprese Manifatturiere Italiane”, questo l’accordo di collaborazione siglato da Siemens Italia, nelle sue divisioni industriali, e Confindustria, presso il Centro Tecnologico e Applicativo (TAC) di Piacenza.

L’accordo, in virtù del comune interesse a promuovere la trasformazione digitale delle aziende Italiane, prevede un’attività di collaborazione tra il TAC di Siemens e la rete dei Digital Innovation Hub (DIH) di Confindustria. In particolare, Siemens offrirà ai DIH la possibilità di organizzare 100 giornate, fino alla fine del 2020, per le imprese manifatturiere interessate a conoscere e investire nelle tecnologie abilitanti l’Industria 4.0. 
A seguito di assessment sulla loro maturità digitale - coordinati e svolti nei DIH di Confindustria dislocati sul tutto il territorio Italiano - le imprese verranno poi indirizzate e accreditate presso il TAC, centro di eccellenza e modello di Smart Factory, dove avranno l’opportunità di aggiornarsi rispetto alle innovazioni tecnologiche, di acquisire il background tecnico culturale indispensabile per attuare il proprio rinnovamento e soprattutto dove potranno testare e conoscere le tecnologie di controllo, di progettazione e di simulazione digitale applicate alle macchine automatiche, macchine utensili, stazioni con robot e isole industrial software, oggetto del Piano Impresa 4.0.

  • L’accordo tra Siemens e Confindustria intende promuovere la trasformazione digitale delle aziende Italiane
  • Il Centro Tecnologico Applicativo (TAC) di Siemens a Piacenza sarà la sede dell’attività di collaborazione con la rete dei Digital Innovation Hub di Confindustria
  • Formazione, aggiornamento e test delle tecnologie abilitanti l’Industria 4.0: le chiavi dell’accordo

I dettagli dell'accordo nel comunicato stampa allegato.

Il Sistema Confindustria Romagna