Non sei ancora registrato?
Registrati ora

WEBINAR “FOCUS BENELUX E GERMANIA - OBIETTIVO EXPORT Approfondimento e preliminary check personalizzato”

Per continuare a sostenere i percorsi di internazionalizzazione delle imprese del territorio Confindustria Romagna promuove il

WEBINAR

 

“FOCUS BENELUX E GERMANIA - OBIETTIVO EXPORT

 

Approfondimento e preliminary check personalizzato”

 

Mercoledì 27 Gennaio dalle ore 11:00 alle ore 12:30

 

organizzato da Romagna Servizi Industriali Srl in collaborazione con Columdae Export Specialists.

 

Il relatore sarà il Dott. Claudio Pellegatta, Account Executive di COLUMDAE Export Specialists, azienda del Nord Europa per lo sviluppo commerciale e per la ricerca di nuove opportunità nei mercati esteri, con presenza e forte specializzazione nel Paese oggetto dell’incontro.

 

Obiettivi

Presentazione delle opportunità commerciali dell’area Benelux e Germania e a seguire si svolgeranno gli incontri One-to-One: l’esperto fornirà gratuitamente un preliminary check dedicato alla singola azienda sulle potenzialità di sbocco per i propri prodotti e/o servizi.

 

Destinatari

Titolari, Imprenditori, Export Manager, Import-Export, Responsabili e Addetti Ufficio Commerciale e Marketing.

 

 

 

Programma

 

Perché Benelux?

 

Il Belgio è il 7° mercato di destinazione per l'export italiano, 6° in Europa. I solidi rapporti commerciali tra i due Paesi vedono un'attività particolarmente intensa nell'ambito di tre settori merceologici: industria chimica e prodotti farmaceutici di base, nonché preparati farmaceutici; macchinari e apparecchiature e prodotti agro-alimentari.

I Paesi Bassi hanno confermato, nel primo semestre del 2019, la crescita delle importazioni dall’Italia con un valore di 5,9 miliardi di euro (+14,3% rispetto allo stesso periodo nell’anno precedente). Le maggiori voci sono: macchinari, petrolio grezzo e derivati, prodotti farmaceutici e medicinali, apparecchi elettrici, indumenti e accessori. Dopo una battuta d’arresto nel 2018, il primo semestre del 2019 mostra una leggera crescita anche per i prodotti alimentari.

Il Lussemburgo riveste una posizione strategica nel cuore dell'Europa, gode di stabilità politica e socioeconomica, è un grande centro finanziario ed è la sede delle istituzioni giudiziarie e finanziarie dell'Unione Europea. In seconda posizione (dopo il Qatar) nella classifica OCSE per PIL pro-capite, è in grado di attrarre professionisti, manager e forza lavoro specializzata grazie agli alti livelli retributivi.  L’interscambio commerciale con l’Italia nel 2017 era di 955 milioni di euro (505 milioni di import e 411 milioni di export). I principali comparti merceologici per il nostro export comprendono mezzi di trasporto, macchinari e apparecchiature, prodotti chimici, manufatti e prodotti alimentari; il nostro import si concentra su macchinari, beni manufatti.

Perché Germania?

La Germania è la quarta economia più grande del mondo e la più grande economia in Europa. È un paese altamente industrializzato, diversificato e stabile, offre un potenziale a lungo termine e molte opportunità per le imprese Italiane che offrono prodotti innovativi e di qualità. La Germania è il primo Partner commerciale dell’Italia (il 12,2% sul totale dell'export italiano), due paesi le cui economie sono strettamente connesse. Il volume dell'interscambio bilaterale nel 2019 è stato pari a circa 127,7 miliardi di euro. I rapporti di subfornitura esistenti tra i due Paesi sono talmente consolidati da poter essere qualificati come relazioni di mutua dipendenza. L’Italia esporta soprattutto, macchinari, chimico farmaceutico, prodotti siderurgici, soluzioni in metallo e affini. La Germania è la prima destinazione dell’export italiano di componentistica automotive insieme ai mezzi di trasporto

Incontri one-to-one

Pre-analisi dedicata ad ogni azienda per capire le opportunità commerciali per l’apertura di un eventuale Progetto Export nell’Area del Nord Europa, per ogni singolo mercato.

Modalità di adesione

La partecipazione al WEBINAR, la cui iscrizione è obbligatoria, è gratuita per gli associati.

Per le aziende non associate, il costo di partecipazione è pari a € 90,00 + IVA a persona. 

Di seguito, le coordinate per provvedere al pagamento tramite bonifico bancario da effettuarsi, esclusivamente da parte delle tipologie di aziende succitate, presso CREDIT AGRICOLE – CARIPARMA, Codice IBAN: IT 64 F 06230 24293 000030099823, intestato a Romagna Servizi Industriali Srl. Inviare la ricevuta di pagamento a gbagnolini@confindustriaromagna.it, indicando altresì i dati necessari per la relativa fatturazione (Ragione sociale, indirizzo, Partita Iva). 

 

Le Aziende interessate dovranno far pervenire la loro adesione a gfornasari@confindustriaromagna.it entro e non oltre il prossimo 22 gennaio 2021.

L’iscrizione sottintende l’interesse ad effettuare l’incontro One2One con l’esperto.

Coloro che NON desiderano fissare l’incontro individuale dovranno dovranno specificarlo nella mail di iscrizione a gfornasari@confindustriaromagna.it.

 

Requisiti tecnici per la partecipazione

Per partecipare, è necessario verificare i seguenti requisiti tecnici per evitare problemi con la connessione:

  • Sistema Operativo: Windows 7 o superiore
  • Browser – Google Chrome 80; Microsoft EDGE
  • Internet connection – Strong
  • per Apple macOS - necessario scaricare l’App Microsoft Teams

Si consiglia vivamente l’uso del PC.

Al termine della sessione di approfondimento verrà lasciato spazio alle domande dei partecipanti che potranno essere inviate in chat.

Suggeriamo di dotarsi di cuffie auricolari per fruire dei contenuti audio in maniera più nitida.

Per ulteriori informazioni, le Aziende interessate possono rivolgersi al Servizio Internazionalizzazione

Lara Piraccini – Tel. 0543 727701 - E-mail: lpiraccini@confindustriaromagna.it   

Delia Bruno – Tel. 0544 210403 - E-mail: dbruno@confindustriaromagna.it

Iscriviti all'appuntamento

*Dichiaro di accettare la privacy policy

Il Sistema Confindustria Romagna