I prossimi appuntamenti

Confindustria Scadenze Aziende Servizi
Non sei ancora registrato?
Registrati ora

La finanza straordinaria per la crescita aziendale

Gli strumenti di Finanza straordinaria (acquisizioni, cessioni, raccolta di capitali, ricambio generazionale), soprattutto in un panorama economico ancora difficile, sono un supporto importante per la gestione delle strategie d’impresa. Servono a risparmiare tempo e ad accelerare il cambiamento per la creazione di valore strategico.
Il tema è stato al centro del convegno "Creare valore per l’impresa con la finanza straordinaria” organizzato da Confindustria Romagna e Banca Aletti, private bank gruppo Banco BPM che si è tenuto ieri, mercoledì 12 aprile, al Palace Hotel di Milano Marittima.
L'incontro, che ha visto un'ampia partecipazione di pubblico, ha rappresentato un importante momento di approfondimento per un tema di sempre maggiore attualità.

"In questi anni - ha spiegato il Presidente di Confindustria Romagna Paolo Maggioli - abbiamo avuto la conferma che solo le aziende con un piano strategico ben definito e capaci di gestire le crisi affrontandole come opportunità di rilancio, sono quelle in grado di sopravvivere.
Oggi più che mai c'è la necessità di essere informati su tutti i mezzi a disposizione per migliorare le proprie perfomance. E il settore finanziario rimane determinante. Per questo siamo al fianco delle imprese di tutte le dimensioni nelle loro diverse esigenze, da quelle meno strutturate che devono dimostrare alle banche il merito di credito a quelle più mature e strutturate”.

"I momenti che stiamo vivendo - ha commentato Giuseppe Grasso Chairman & CEO K-Finance - sono di natura straordinaria perché sono epocali. Cambiamenti che disorientano, soprattutto in un contesto in cui la domanda è ferma, in particolare per i mercati occidentali. Richiedono quindi di essere affrontati con strumenti adeguati La finanza straordinaria permette di realizzare velocemente, con competenza quei cambiamenti che altrimenti rischiano di essere lenti o negativi perché condotti con imperizia".

"La casistica ci dice che i momenti di discontinuità, per importi e volumi, nella gestione di impresa stanno crescendo - aggiunge Giovanni Gobbi Capoarea Banca Aletti Emilia Romagna - di conseguenza l'interesse degli imprenditori sta fortunatamente riemergendo come dimostra l'attenta partecipazione al convegno di oggi. In questo contesto il ruolo della banca diventa ancora più fondamentale. Oggi non si parla più di solo servizio di credito tradizionale, ma di vera e propria attività di consulenza e affiancamento alle imprese e all'imprenditore nel loro percorso di crescita".

Il Sistema Confindustria Romagna