Non sei ancora registrato?
Registrati ora

Nuovi finanziamenti per l'internazionalizzazione di Simest più convenienti e veloci: presentazione delle novità degli strumenti con possibilità di incontri individuali per le imprese interessate a valutare l'accessibilità ai finanziamenti Simest - Sede di Rimini ore 15,00

Con riferimento alla nostra comunicazione E/INT/617 del 20 gennaio scorso, ricordiamo che il 25 ottobre 2016 è entrato in vigore il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico approvato il 7 settembre 2016, che introduce novità negli strumenti finanziari dedicati all’internazionalizzazione e alla patrimonializzazione delle imprese esportatrici.

Per approfondire la possibilità e la convenienza dei finanziamenti rispetto ai progetti di ciascuna impresa, comunichiamo che il 2 maggio 2017 al mattino dalle ore 9.30 alle ore 12.30 presso la sede di Ravenna e al pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 18.30 presso la sede di Rimini, Confindustria Romagna promuove un seminario di presentazione sui “Nuovi finanziamenti per l'internazionalizzazione di Simest” organizzato da Romagna Servizi Industriali Srl.

In entrambe le sedi di Confindustria Romagna a Rimini in Piazza Cavour, 4 e a Ravenna in Via Barbiani 8/10, al termine del seminario, sono previsti incontri individuali per le aziende interessate a valutare l'accessibilità ai finanziamenti Simest.

Sintetizziamo le principali novità, invitando tutte le imprese con progetti di sviluppo sui mercati esteri a contattarci per organizzare un incontro di approfondimento, in cui valutare la convenienza dell’accesso ai finanziamenti Simest.

Tassi di interesse più bassi: si riduce per tutti gli strumenti il tasso di interesse a carico dell’impresa, che passa dal 15 al 10% del tasso di riferimento comunitario utilizzato come parametro. Il tasso UE di riferimento per il mese di aprile è pari allo 0,92%, pertanto il tasso d’interesse dei finanziamenti SIMEST è lo 0,092%.

Altri miglioramenti delle condizioni: importi finanziabili superiori; più ampia tipologia di spese finanziabili e durata del prestito; assenza di garanzie bancarie richieste o possibilità, laddove previste, di optare per forme alternative (cash collateral) in base allo strumento agevolativo:

  • Studi di fattibilità: per questo strumento, finalizzato ad aiutare l’impresa a valutare l'opportunità di investire all'estero, l’importo massimo finanziabile si amplia da 100mila a 150 mila euro per studi collegati a investimenti commerciali, e da 200 a 300mila euro per studi collegati a investimenti produttivi. Inoltre, la durata del finanziamento sale da 3 a 4,5 anni, di cui 18 mesi di preammortamento.
  • Programmi di inserimento sui mercati extra UE: la copertura delle spese effettuate per la creazione di un ufficio, di una show room, di un negozio, ecc. e delle relative attività promozionali, sale al 100% del totale (prima era 85%).
  • Partecipazione a fiere all’estero: questo finanziamento è finalizzato a promuovere la partecipazione a fiere estere ed ora viene concesso per qualsiasi fiera o mostra, anche se l’impresa vi ha già partecipato in passato (prima era solo per la prima partecipazione). Inoltre, la copertura delle spese sale al 100% del totale delle spese preventivate, contro il precedente 85%, con un importo massimo finanziabile pari a 100mila euro. La durata del finanziamento è pari a 3,5 anni di cui 18 mesi di preammortamento.
  • Programmi di assistenza tecnica: finanzia le spese di formazione del personale in Paesi extra UE e la durata del finanziamento sale a 4,5 anni dai precedenti 3 anni e 6 mesi, di cui 18 mesi di preammortamento.
  • Patrimonializzazione delle PMI esportatrici: strumento finalizzato a sostenere la solidità patrimoniale delle imprese di piccola e media dimensione, il cui importo sale a 400mila euro dai precedenti 300mila. Diventa più semplice ottenere il finanziamento per le PMI industriali/manifatturiere: il parametro di finanziabilità in funzione della solidità patrimoniale (“livello soglia”) si riduce al 65% (dall’80%).

Relatori dell’incontro saranno la Dott.ssa Michela Parmeggiani, Coordinatrice Servizio Economico Ufficio Internazionalizzazione e il Dott. Andrea Tirelli dello Studio Tirelli.

Modalità di adesione

Le aziende interessate a prendere parte agli incontri individuali, sono invitate a contattare entro venerdì 28 aprile p.v. la nostra Referente dell’Ufficio Internazionalizzazione (Dott.ssa Michela Parmeggiani, tel. 0541-52041, mail mparmeggiani@confindustriaromagna.it ) in modo da fissare il relativo appuntamento.

La partecipazione al seminario, la cui iscrizione è obbligatoria, è gratuita per gli Associati.

Per le Aziende non associate, il costo di partecipazione è pari a € 150,00 + IVA a persona.

Le Aziende interessate dovranno far pervenire la loro adesione a info@romagnaservizindustriali.it oppure cconsorti@confindustriaromagna.it entro e non oltre il prossimo il 28 aprile 2017.

Di seguito, le coordinate per provvedere al pagamento tramite bonifico bancario da effettuarsi, esclusivamente da parte delle tipologie di aziende succitate, presso BANCA CARIM – SEDE, Codice Iban IT 49 C 06285 24201 CC0010144516, intestato a Romagna Servizi Industriali Srl. Inviare la ricevuta di pagamento a gbagnolini@confindustriaromagna.it, indicando altresì i dati necessari per la relativa fatturazione (Ragione sociale, indirizzo, Partita Iva).

Per ulteriori informazioni le Aziende interessate possono rivolgersi al Servizio Economico Ufficio Internazionalizzazione Michela Parmeggiani – Tel. 0541 52041- E-mail: mparmeggiani@confindustriaromagna.it

 

Iscriviti all'appuntamento

*Dichiaro di accettare la privacy policy

Il Sistema Confindustria Romagna